Lago Meyes – Valsavarenche (AO)

12 settembre 2010 at 14:43

giancarlo

0

 

lago-meyes

 

 

 

Quota 2590
Dislivello 629
Difficoltà E
Segnavia 4, 6
Tempo 1h45′

 

Traccia GPS

Visualizza con Google Earth

Altimetria e dettagli

La facilità e l’assenza di continue ed eccessive pendenze rendono questa escursione adatta a tutti ed in particolar modo a coloro che amano posti poco frequentati dove altresì è possibile vedere numerosi esemplari di fauna alpina che, molto numerosi, popolano queste zone del Parco. Molto belli sono i panorami verso il gruppo del Gran Paradiso ed anche la visuale sul selvaggio e solitario vallone di Meyes.

Avvicinamento

Si percorre la A-5 Torino-Aosta e si supera la barriera di Aosta est per uscire al casello successivo di Aosta ovest dove si prende la direzione per Aosta e al semaforo si svolta a sinistra. Superato l’abitato di Villeneuve si devia a destra seguendo le indicazioni per la Valsavarenche; si percorre tutta la strada del fondovalle sino al suo termine di Pont dove nei pressi dell’Hotel Genzianella si può lasciare l’auto nei comodi slarghi.

Descrizione

Dalla fiancata sinistra dell’Hotel Genzianella, in corrispondenza di una cabina elettrica, si trovano le paline di inizio dell’escursione che ci fanno salire per una strada, l’incompiuta strada del Nivolet, che dopo qualche decina di metri diventa sterrata e che, superata una sbarra, sale con dolce pendenza compiendo alcuni larghi tornanti. Terminati questi ultimi si inizia un lungo tratto a mezzacosta, sempre sulla strada, dove si passa da una galleria (2134 m) per continuare, sempre con poca pendenza, sino a raggiungere l’ingresso di una seconda galleria sulla sinistra che si ignora per imboccare il sentiero che parte proprio di fronte a noi (2211 m). Ora la pendenza aumenta un po’ col percorso che con alcuni panoramici tornanti ci fa guadagnare rapidamente quota arrivando all’alpeggio di Meyes desot (2289 m) dove si incrocia anche un sentiero proveniente da destra; passati alla sinistra delle baite si compiono ancora un paio di tornanti e si giunge alla baita di Meyes (2345 m) che si lascia alla destra indirizzandosi verso una bastionata rocciosa che si risale per uno stretto pendio erboso un po’ ripido. Arrivati sopra la bastionata il percorso spiana un po’ puntando verso un largo pendio erboso dove si trova l’alpeggio di Meyes damon (2513 m) che si passa alla sinistra arrivando poco sopra al punto dove si apre il grande vallone di Meyes; compiuti pochi metri si giunge ad una deviazione in prossimità di un omino di pietre (2591 m) dove si imbocca una traccia che piega un po’ a destra passando tra alcuni bassi dossi erbosi oltre i quali si trova la piccola conca che racchiude il lago.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *