Rifugio Arbolle, Lago Arbolle – Gressan (AO)

19 agosto 2010 at 13:19

giancarlo

0

 

rifugio-arbolle

 

 

 

Quota 2527
Dislivello 831
Difficoltà E
Segnavia 19,14
Tempo 3h15′

 
Traccia GPS

Visualizza con Google Earth

Altimetria e dettagli

 

 

Questo bel rifugio privato è situato in un vallone dove si trova anche un bel lago poco sopra il quale si trova la costruzione. Gli itinerari per raggiungerlo sono due: uno passa dal bello e frequentato Lago di Chamolé mentre l’altro sale passando dal pittoresco vallone di Comboé; naturalmente gli itinerari possono essere percorsi in entrambi i sensi di salita e discesa formando così un’escursione ad anello. L’escursione è molto frequentata anche perché, salendo dal Lago Chamolé, si può usufruire della seggiovia che da Pila sale sino ad esso riducendo di molto il dislivello. Dal rifugio il panorama rimane chiuso dai contrafforti della Punta Valletta a sud, mentre a nord si ha un bello scorcio sul lontano Mont Velan e Grand Combin.

 

Avvicinamento

Si percorre la A-5 Torino-Aosta e si esce alla barriera di Aosta est e si segue la direzione per Aosta per poi seguire quelle per la stazione sciistica di Pila; arrivati alla frazione si prosegue sino al grande piazzale situato nei pressi dell’arrivo delle telecabine dove si lascia l’auto.

Descrizione

I itinerario

Dal piazzale si sale al vicino arrivo della telecabina raggiungendo la stradina che la costeggia e, svoltando a destra, si raggiungono le paline situate al bivio che si trova poco sopra continuando diritto per qualche decina di metri per deviare a sinistra a quello successivo. Si prosegue sulla sterrata passando davanti ad una stalla dopo la quale si attraversa una pista da sci dove si trova un tracciato per “down hill” e,stando attenti alle eventuali biciclette in discesa, si raggiunge una seconda pista (1850 m); svoltando a destra (il bollo giallo si trova seminascosto su una pietra posizionato sul bivio con il proseguimento della strada) si inizia a risalirla direttamente dapprima con qualche tratto ripido alzandosi nel bosco incrociando un sentiero proveniente dalla destra (2059 m). Salendo ancora per poco nel bosco la pendenza si attenua e si arriva ad un ampio pascolo dove, alla sinistra, si vede  l’alpeggio di Chamolé; rimanendo alla destra si arriva al rudere di Chantè  (2116 m) dopo il quale, in prossimità della curva a sinistra del sentiero, si continua su una traccia che continua diritto in una vallettina con bassa vegetazione. Proseguendo la salita si arriva ad incrociare ancora la pista che si risale sino al vicino arrivo della seggiovia, da dove parte il tracciato di “down hill”, accanto alla quale si trovano delle paline da dove parte sulla sinistra il sentiero per il Lago di Chamolé; con un breve percorso pianeggiante lo si raggiunge (2326 m) e lo si contorna sulla sinistra arrivando ad un bivio, segnalato anche qui dalla paline, dove si prende il sentiero che parte alla destra. Il percorso sale, facendosi un po’ ripido, con molti tornanti panoramici per raggiungere lo stretto intaglio del Colle Chamolé (2648 m) dal quale si vede sul fondo del vallone il lago ed il rifugio. Con un tratto ripido iniziale si perde rapidamente quota per poco più di un centinaio di metri e, raggiunto il pianoro, in pochi minuti si raggiungono le sponde del Lago Arbolle dove, poco sopra la sua sponda sinistra, si trova l’omonimo rifugio (2527 m).

II itinerario

Dal piazzale si sale al vicino arrivo della telecabina raggiungendo la stradina che la costeggia e, svoltando a destra, si raggiungono le paline situate al bivio che si trova poco sopra continuando diritto per qualche decina di metri per deviare a sinistra a quello successivo. Si prosegue sulla sterrata passando davanti ad una stalla dopo la quale si attraversa una pista da sci dove si trova un tracciato per “down hill” e,stando attenti alle eventuali biciclette in discesa, si raggiunge una seconda pista (1850 m); svoltando a destra (il bollo giallo si trova seminascosto su una pietra posizionato sul bivio con il proseguimento della strada) si inizia a risalirla direttamente dapprima con qualche tratto ripido alzandosi nel bosco incrociando un sentiero proveniente dalla destra (2059 m). Salendo ancora per poco nel bosco la pendenza si attenua e si arriva ad un ampio pascolo dove, alla sinistra, si vede  l’alpeggio di Chamolé;  rimanendo alla destra del pianoro si passa accanto al rudere di Chanté e subito dopo si giunge ad un bivio (2133 m) al quale si svolta a sinistra compiendo un semicerchio che, con dolce pendenza, arriva all’alpeggio di Chamolé (2167 m). Passando dall’alpeggio, dove si trovano alcune paline, si arriva sulla poderale prendendo il sentiero che sale leggermente sulla destra in prossimità di un bivio segnalato da bolli gialli sulle pietre; la traccia sale leggermente attraversando un bel bosco di conifere e, dopo la confluenza di un sentiero che sale da sinistra, ben presto si giunge al panoramico Col Plan Fenêtre (2240 m) dove si trova una croce lignea e dal quale si ha un bello scorcio della Becca di Nona. Qui si prende il sentiero che scende in diagonale perdendo un centinaio di metri di dislivello ed arrivando sul fondo del vallone si supera l’alpeggio di Comboé oltre il quale, passato un ponticello, si trovano le paline ad un bivio (2148 m) dove si ignora il sentiero di sinistra che sale verso la Becca di Nona e si prosegue nel pianoro verso la testata del vallone. Dopo aver trascurato ad un successivo bivio, dove si trova il rudere di Grand Plan (2180 m),  un sentiero che sale a sinistra ci si dirige con percorso diagonale verso un alto promontorio roccioso che si trova oltre una bastionata; arrivati alla base del promontorio si devia decisamente a destra imboccando un canalino molto ripido nel quale si sale con stretti tornanti attrezzati in un paio di punti. Superate le rocce si compiono ancora alcuni tornanti e poi, quando la pendenza diminuisce sensibilmente si arriva in una conca di erba e pietre sulla sinistra della quale si vede sopra un dosso la costruzione del rifugio Arbolle che in pochi minuti si raggiunge (2527 m).

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *