Colle Garin – Cogne (AO)

16 luglio 2009 at 09:07

giancarlo

0

 

dal-colle-i-laghi-darbole-e-il-rifugio

 

Quota 2872
Disl. 1102
Segnavia 3,2,TVC
Diff. E
Tempo 2h45′

 

Lo stretto colle mette in comunicazione le frazioni di Epinel e Gimillan, nella valle di Cogne, con il vallone di Arbole e quindi con Pila. La prima parte di quest’escursione è molto aperta e già dalla partenza si hanno notevoli panorami verso sinistra sul gruppo del Gran Paradiso e della Grivola,mentre dall’alpeggio di Arpisson si entra in un solitario vallone costituito nella parte bassa da pascoli e da pietraie più in alto dove il panorama si trova alle nostre spalle. Dall’intaglio è certamente meritevole la vista del vallone di Arbole con i relativi laghi ed il rifugio omonimo.

Avvicinamento

Si percorre la A-5 Torino-Aosta, si supera la barriera di Aosta est e si prosegue per il traforo del Monte Bianco per uscire al casello successivo di Aosta ovest-Cogne. Usciti dall’autostrada si seguono le indicazioni per Cogne e si percorre tutta la vallata sino al capoluogo. Prima di entrare nell’abitato si svolta a sinistra ad una rotatoria seguendo le indicazioni per la frazione di Gimillan e alla rotatoria successiva ancora a sinistra; si sale con qualche tornante e si arriva nel comodo parcheggio posto all’inizio della frazione dove si può lasciare l’auto (vi sono anche altri piccoli parcheggi all’interno dell’abitato ma essendo piccoli è meglio non rischiare di dover ritornare indietro perché pieni).

Descrizione

Dal posteggio si attraversa l’abitato fino alla sua parte opposta, si passa accanto ad un piccolo parco giochi per i bambini e si imbocca la strada che continua e che diviene sterrata. Si passa accanto ad una cappelletta e si superano le poche baite situate nel panoramico pianoro di Teppe. Sulla sinistra della strada si trova la partenza del sentiero che, senza eccessiva pendenza, si inoltra nel bosco per compiere un lungo semicerchio che passa alla base della sovrastante Punta Arpisson. Si esce all’aperto e si continua ancora per il traverso aggirando ancora un’ultima larga costola erbosa e si arriva in vista del solitario alpeggio di Arpisson (2328 m) che si raggiunge dopo aver superato un torrente su di un ponticello. A questo alpeggio vale senz’altro la pena di fare una piccola sosta per ammirare il panorama verso ovest sulla vette del Gran Paradiso e della Grivola. Al bivio segnalato da una palina  che qui si trova si prende la traccia che sale a destra e si dirige sui dossi erbosi che si trovano in direzione del fondo del vallone; camminando al centro di questo si arriva subito ad un altro bivio (2420 m) con un sentiero che si stacca sulla sinistra e che si tralascia per continuare in una zona quasi pianeggiante, il Plan Bessey. Il tracciato si snoda passando tra i bassi rilievi erbosi  e si dirige verso l’ormai vicina testata del vallone dove i pascoli piano piano lasciano il posto a massi sparsi e successivamente alle pietraie, si sposta poi sulla sinistra attraversando con una salita un po’ più accentuata una zona franosa. Superato qualche piccolo ripiano erboso si arriva ad un altro bivio con la palina segnaletica (2730 m) dove si tralascia la traccia che prosegue verso destra per risalire faticosamente, con tornanti che diventano sempre più stretti, una zona franosa che conduce allo stretto intaglio del colle Garin dove si trova una piccola targa metallica.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *