Bivacco Borroz – Fenis (AO)

14 luglio 2009 at 08:27

giancarlo

0

 

borroz07-bivacco

Quota 2156
Disl. 956
Segnavia 2, 5
Diff E
Tempo 3h00′

Il bivacco, di proprietà del comune di Fenis, è stato costruito con il contributo del locale Rotary e consiste in una bella e confortevole costruzione in pietre e legno ed è situato in posizione panoramica alla testata del lungo vallone di Fenis. Il percorso, praticamente tutto sulla poderale, è adatto a chi vuole iniziare l’attività escursionistica senza incontrare alcuna difficoltà e nello stesso tempo fare un discreto dislivello. Bello è il colpo d’occhio quando si arriva al pianoro di Clavalité sui pascoli e sulla lontana piramide della Tersiva.

Avvicinamento

Si percorre la A-5 Torino-Aosta e si esce al casello di Nus-Fenis. Si segue l’indicazione per Fenis, si passa sotto il bel castello e si attraversa l’abitato dove, in località Miserégne, si svolta a destra seguendo il cartello per Clavalité e si percorre la stradina asfaltata sino a Lovignanaz (1169 m); qui si trova il cartello di divieto di transito si può parcheggiare l’auto nello slargo adiacente.

Descrizione

 

Da Lovignanaz ci si incammina sulla poderale che sale con ampi tornanti, a tratti un po’ ripidi, in un bosco sino ad una quota di circa 1500 m per poi scendere di poco e giungere al pittoresco pianoro di Clavalité. Lo si percorre per tutta la sua lunghezza stando alla sinistra, destra orografica, del torrente ominomo e passando accanto a numerose belle baite ristrutturate si entra ancora in una zona boschiva dove, al suo inizio, si trovano alcune paline segnaletiche in prossimità di un evidente bivio. Tralasciato a sinistra il sentiero per il lago di Medzove (o lago Margheron) e si prosegue in direzione di Grand Alpe ed a questo punto si possono prendere due direzioni: continuare sulla larga poderale o seguire sulla destra il sentiero (n°5) che prosegue su di una mulattiera lastricata e che, dopo alcune piccole deviazioni, confluisce di nuovo con la poderale che si era lasciata al bivio precedente. Camminando sulla comoda sterrata si esce dal bosco, si attraversa il torrente su di un ponte e si prosegue sul fondovalle passando accanto agli alpeggi di Bayette (1842 m) e Meney (1907 m); davanti a noi, un poco a sinistra del fondo del vallone, vediamo già il bivacco meta dell’escursione. Si continua quindi per poco sino ad incontrare un altro bivio della strada e, abbandonata quella di destra che conduce all’alpeggio di Grand Alpe, si devia a sinistra passando poco distante ai vecchi alpeggi di Etseley (2097 m) e dove poco sopra si raggiunge infine la bella costruzione in pietre e legno del bivacco.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *