Col Gollein – Rhêmes Notre Dame (AO)

29 dicembre 2012 at 17:34

giancarlo

0

 

Quota 2597
Dislivello 868
Difficoltà MS
Tempo 2h30’

 

Traccia GPS

Visualizza con Google Earth

Altimetria e dettagli

 

Classica e frequentata gita scialpinistica che consente di effettuare un bel giro ad anello percorrendo nella parte bassa un bosco non troppo fitto e, al di sopra di esso, i due splendidi valloni con pendii di salita in quello di Entrelor e discesa in quello di Sort mai eccessivamente ripidi. I panorami sono eccezionali sia sull’alta valle di Rhêmes che sul vicino gruppo della Grande Rousse sul versante opposto a quelli percorsi. L’esposizione a nord, e conseguentemente le basse temperature, consentono di trovare spesso neve bella soprattutto nel vallone di discesa.

Avvicinamento

Si percorre la A-5 Torino-Aosta superando la barriera di Aosta est ed uscendo al successivo casello di Aosta ovest; prendnedo la direzione per Aosta si giunge sulla statale di fondovalle e, svoltati a sinistra si continua sino a superare il comune di Villeneuve. Si devia quindi a destra seguendo le indicazioni per la valle di Rhêmes che si percorre sino al suo termine nel comune di Rhêmes Notre Dame dove si può lasciare l’auto nei comodi parcheggi appena al di fuori dell’abitato sulla sinistra.

Descrizione

Dal parcheggio ci si dirige verso il ponte di legno che attraversa il torrente e, attraversata la pista di fondo, si sale sul pendio seguendo la stradina battuta che si lascia dopo una curva per risalire il poco inclinato pendio alla cui sommità si trovano le baite di Pra del Bosco. Seguendo le tracce quasi sempre presenti ci si alza nel bosco piegando leggermente a destra raggiungendo un bivio segnalato dalle paline; qui si prosegue tenendo ancora la destra risalendo tratti con pendenze alternate ed arrivando fuori dal bosco. Ora la pendenza spiana leggermente e si devia sulla sinistra per addentrarsi nel vallone di Entrelor rimanendo preferibilmente sulla sinistra. Si superano ora gli alpeggi di Entrelor, lasciandoli abbondantemente alla destra, dirigendosi verso il pendio alla base del rado bosco sulla sinistra; lo si risale con tratti un po’ ripidi per uscirne nella parte alta dove la pendenza diminuisce. Si continua ora in spazi aperti col terreno di salita che presenta alcuni dossi da superare passando dai  punti di minor pendenza; puntando decisamente verso est si risalgono alcuni dossi e, rimanendo indifferentemente alla destra o sinistra dell’ultimo grande dosso, si raggiunge l’ampia insellatura. Per la discesa si consiglia di effettuarla nel vallone di Sort opposto a quello di salita; quindi , scesi dall’altro versante, si rimane dapprima sulla destra per portarsi poi subito verso il centro del pendio sottostante il colle e raggiungere su pendenze costanti il fondo del vallone. Senza scendere troppo si tiene la sinistra per dirigersi nel bosco sottostante nel quale, appena dopo esservi entrati, si tiene anche qui decisamente la sinistra; alternando brevi discesa e traversi a sinistra si arriva nuovamente al bivio con le paline incontrato in salita e da qui, percorrendo l’ultimo tratto boschivo si ritorna al punto di partenza.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *